Raptor – Gardaland (la recensione)

Raptor - Gardaland

Raptor - Gardaland

Ha aperto in contemporanea con l’inaugurazione della stagione 2011 di Gardaland la nuova montagna russa “Raptor”, il primo wing coaster (coaster alato) d’Italia.

Raptor è stata inizialmente pubblicizzata come la montagna russa più imponente d’Italia, nonostante i suoi soli 30 metri d’altezza e i circa 800 metri di percorso. Purtroppo se si pensa che questi numeri piuttosto scarsi siano stati raggirati da un progetto a regole d’arte vi sbagliate di grosso.
L’attrazione, prima discesa a parte, risulta piuttosto priva di brio e le tre inversioni del percorso vengono prese a una velocità disarmante (basta pensare che la velocità massima si ha in fondo alla discesa e si aggira intorno ai 90kmh).

Ben fatto invece per quanto riguarda la tematizzazione, semplice ma d’impatto e per gli effetti d’acqua lungo il percorso che rendono il giro molto più piacevole.

Nel complesso Raptor risulta divertente ma chi si aspetta adrenalina ed emozioni forti rimarrá ancora una volta deluso dalla novità del parco gardesano.

(Riccardo Minora: richardgriffin84@gmail.com)

Share