Phobia – Mirabilandia (la recensione)

Mirabilandia - Phobia

Mirabilandia - Phobia

Phobia è una delle due principali novità della stagione 2011 di Mirabilandia. Si tratta di una horror house, ossia un percorso a tema horror con attori in carne e ossa da percorrere a piedi. L’attrazione ha preso il posto della dark ride Ghostville della quale ha mantenuto molte scenografie ed effetti.

Si entra in piccoli gruppi di 6 persone, in fila indiana e si attraversano diverse scene popolate da attori che daranno del loro meglio per terrorizzare gli ospiti.

L’attrazione risulta ben fatta, senza tempi morti e il fatto che non sempre esistano delle stanze ben delimitate accentua la sensazione generale di terrore in quanto non si riesce quasi mai a sospettate quando effettivamente gli attori faranno il loro ingresso.

Purtroppo non esiste una trama, l’unico filo conduttore è il tema della paura ma il mischiare ambientazioni western alla scena dell’esorcista lascia un po’ dubbiosi una volta che si è terminato il giro.

Gli attori, chiamati appositamente dalla Spagna per la loro esperienza, fanno più che egregiamente il loro lavoro. Non si limiteranno semplicemente a sbucare all’improvviso ma vi seguiranno lungo il percorso inventando modi sempre nuovi per terrorizzavi.

L’attrazione prevede purtroppo un biglietto di ingresso supplementare per accedere e la domanda sorge spontanea. Ne vale la pena? Varrà i suoi 5€?
Probabilmente il prezzo richiesto è piuttosto alto per una horror house di media durata come Phobia, tuttavia non provarla almeno una volta sarebbe un peccato se siete amanti del genere.
L’unica è sperare che la direzione di Mirabilandia possa rivedere le modalità di fruizione magari dando la possibilità a chi acquista il biglietto di ripetere il giro una seconda volta nell’arco della giornata.

Riccardo Minora
(richardgriffin84@gmail.com)

Share

Pin It