Alitalia: dacci indietro i nostri biglietti!

Il mondo è sul piede di guerra, dal Giappone agli Stati Uniti sale un grido unanime: Alitalia dacci indietro i nostri biglietti!

Dopo il salvataggio in extremis grazie ai soldi dei contribuenti, la compagnia di bandiera italiana torna a far parlare di sé per colpa di una “gaffe” internazionale.

Il sito giapponese di Alitalia lancia un’offerta attivabile grazie a un codice promozionale che scontava qualsiasi biglietto aereo di 25000 YEN (250€ circa). Nessuna limitazione prevista nel regolamento, chiunque da qualsiasi parte del mondo poteva acquistare biglietti aerei scontati, bastava inserire il codice PROMOJP nell’apposito campo.

Risultato? Migliaia di persone hanno utilizzato questo codice promozionale per aggiudicarsi biglietti aerei a costo zero. Cosa ha pensato di fare Alitalia? Ritrattare annullando tutti i biglietti aerei emessi!

Alitalia si è già trovata la scusa ufficiale, postata sulla propria pagina di Facebook:

“I nostri sistemi antifrode hanno sospeso le transazioni effettuate con carte di credito emessi in paesi diversi da quello del sito in cui è stata generata la prenotazione.
Per tutte le transazioni non confermate, il sistema ha inviato una email all’indirizzo di posta elettronica utilizzato per la prenotazione.
Riprova approfittando del 25% di sconto utilizzando il codice e-coupon indicato nella pagina facebook
Ciao, Roger”

Peccato che se il risultato della transazione era 0¥ non veniva neppure richiesto il numero di carta di credito ma solamente i dati dei viaggiatori.

Alitalia da parte sua ha annullato i biglietti aerei emessi con una mail di poche righe e senza nessun riferimento alla prenotazione realmente effettuata, solo un generico annullamento:

“Gentile Cliente,

grazie per aver scelto alitalia.com.

Ci spiace informarti che l’acquisto non è andato a buon fine.
L’eventuale importo addebitato ti sarà riaccreditato.

Alitalia Customer Center Team”

La storia pare non finirà qua perché se gli italiani sono abituati a farsi mettere i piedi in testa dalle società così non si può dire del resto del mondo, già pronto infatti a dare battaglia legale ad Alitalia.

In qualsiasi modo finirà la questione Alitalia non ne uscirà bene, la figuraccia è stata fatta e il torto è stato subito.
Dal canto nostro ci domandiamo se chi non riesce a gestire una semplice promozione on-line riuscirà a gestire la nostra sicurezza a 10 mila metri di altezza. Non conoscendo la risposta per i nostri voli ci affideremo ad altri vettori.

Se siete stati anche voi vittime di questa ingiustizia o se volete sostenere la causa ecco come fare:
- firmate la petizione e chiedete anche ai vostri contatti di farlo: https://www.change.org/petitions/the-european-parliament-oblige-alitalia-to-allow-customers-to-use-their-tickets
- iscrivetevi al gruppo Facebook “Alitalia! Give Me My Ticket Back”: http://www.facebook.com/pages/Alitalia-Give-Me-My-Ticket-Back/370775259674590
- cliccate parteciperò all’evento organizzato su Facebook: http://www.facebook.com/events/457711377613637/
- scrivete sulla pagina Facebook ufficiale di Alitalia, il vostro commento durerà poco ma gli darete filo da torcere: http://www.facebook.com/alitalia

Share

Pin It

1 comment