Acquaworld (Concorezzo, MB) – Recensione e photo gallery

Acquaworld sorge a Concorezzo, in provincia di Monza e Brianza, a pochi chilometri tra Milano. E’ il primo (e fino ad oggi unico) parco acquatico al coperto d’Italia.

Acquaworld (Concorezzo, MB)

Acquaworld (Concorezzo, MB)

Il parco è di dimensioni contenute ma non per questo meno divertente o meno completo dei suoi fratelli all’aperto. Si suddivide, idealmente, in 5 mondi: Adventureworld (l’area dedicata agli scivoli acquatici), Funworld (piscina con le onde, giochi d’acqua e wild river), Miniworld (una piccola area dedicata al divertimento dei più piccoli), Summerworld (area estiva all’aperto per prendere il sole) e per finire Relaxworld (area dedicata al relax, bagno turno, vasche idromassaggio e vasca esterna riscaldata).

Il biglietto d’ingresso ha prezzi diversificati a seconda che si visiti la struttura in settimana oppure che si visiti nei week end o nei festivi. Il biglietto d’ingresso da diritto ad accesso a tutti i mondi tranne che a Relaxworld, per il quale è previsto un supplemento (dovete deciderlo subito al momento dell’emissione del biglietto perchè l’ingresso all’area vi verrà abilitato sul braccialetto).
Oltre a decidere se accedere o no all’area relax dovrete decidere il tempo che volete passare nel parco: 4 ore o un’intera giornata. Anche questo ovviamente inciderà sul prezzo. Al momento della nostra visita si va da un minimo di 16€ (4 ore in settimana senza zona relax) a un massimo di 29€ (intera giornata nei week end con zona relax).
Vi segnaliamo inoltre che a Relaxworld non possono accedere i bambini di età inferiore ai 15 anni.

Acquaworld (Concorezzo, MB)

Acquaworld (Concorezzo, MB)

La domanda che ora vi starete sicuramente facendo è se vale o no la pena pagare di più il biglietto d’ingresso per accedere all’area relax. Non abbiamo una risposta certa. Relaxworld è composto da un grande bagno turco, una vasca interna con una grotta e idromassaggi, una vasca esterna (riscaldata) con idromassaggi e due vasche di reazione (38° e 18°).
Considerando quanto costa l’accesso a strutture simili in centri specializzati probabilmente vale la pena spendere qualche euro in più per accederci, specialmente se scegliete di passare ad Acquaworld più di 4 ore.
Un altro piccolo appunto, è vero che l’accesso è vietato ai minori di 15 anni ma non aspettatevi per questo un ambiente totalmente rilassante, anche i più grandicelli sono capaci di fare casino, forse anche più dei bambini…

Parliamo ora della parte di Acquaworld compresa nel biglietto standard. In quella che viene definita Funworld troverete una piscina con le onde, forse un po’ piccolina per le giornate di alta affluenza, un percorso veloce da percorrere nuotando o galleggiando con l’aiuto di tubi di gomma. Qui però notiamo una pecca, il fiume veloce nel giorno della nostra visita ha smesso di funzionare verso sera e non è stato più messo in funzione.

Acquaworld (Concorezzo, MB)

Acquaworld (Concorezzo, MB)

La parte più interessante del parco è sicuramente Adventureworld, dove troverete ben 9 scivoli alcuni da percorrere a corpo libero e altri da percorrere su gommoni! I più adrenalinici sono sicuramente Blu Speed (quasi un kamize ma con alcune curve che lo rendono ancora più adrenalinico), Starlight (un toboga ad alta velocità), Turboslide (simile a Blu Speed, ha un po’ meno pendenza ma più curve) e per finire Green Python (da fare con gommoni, cercatene uno bello gonfio se volete rendere il giro ancora più ricco di adrenalina).
Più adatti a tutti gli altri scivoli, il toboga più divertente è a nostro avviso Ice Express, molto contorto ma con una velocità che lo rende adatto a tutti e per finire Magic Eye quello che a nostro avviso è il più divertente degli scivoli, si percorre con gommoni e forse grazie alla sua ampiezza che lo differenzia dagli altri lascia tutti con il sorriso sulle labbra.
Nota dolente? Purtroppo ne abbiamo una anche per quest’area. Lo scivolo Space Bowl ha adottato delle misure estremamente restrittive, possono accedere infatti solo le persone con un’altezza compresa tra i 130cm e i 150cm. L’operatrice ci ha comunicato che la decisione è stata presa a seguito delle troppe persone che si sono fatte male. Speriamo si possa trovare presto una soluzione a riguardo.

Insomma noi promuoviamo la struttura, ma bocciamo due aspetti: ristorazione e sicurezza.
La ristorazione (panini e pizzette) è di bassa qualità e a prezzi che definire eccessivi è dir poco. Speriamo quindi che in un futuro possa almeno aumentare la qualità oppure diminuire i prezzi.
La sicurezza. Non sosteniamo che il parco non sia sicuro, anzi, i bagnini fanno un ottimo lavoro ma sulla parte scivoli non ci siamo. Gli operatori sono troppo pochi, durante il giorno solo uno per piano, la sera addirittura al terzo piano non c’era nessuno, lasciando alle persone il buon senso di seguire le indicazioni dei vari semafori. A nostro avviso non è accettabile, si rischia veramente che la gente possa farsi del male e questo per un parco così nuovo potrebbe veramente fare la differenza tra successo e fallimento.

Vi lasciamo con una breve photo gallery. Buona visione!

Riccardo Minora (richardgriffin84@gmail.com)

Share